Recensione di “Love generation” di Nicole Losi – Bertoni Editore –

Love generation

– Nicole Losi  –

Si ha un legame chimico quando la forza di natura elettrostatica tiene uniti più atomi in una specie chimica o più molecole in una sostanza allo stato condensato. (…) I legami chimici più forti hanno un contenuto energetico maggiore mentre quelli più deboli hanno un contenuto energetico minore (…) – Che tipo di legame aveva unito fino ad allora Arianna e Lapo? Forse erano due semplici molecole non polari e, da suddette molecole, non poteva certo nascere un’interazione forte.

Formato: Copertina flessibile

Pagine: 370
Genere: Romanzo


Giudizio Sintetico


Ragazzi spregiudicati, figli di una borghesia che li ha viziati e coccolati in abbondanza, desiderosi di superare i limiti e prigionieri di relazioni amorose che, nella maggior parte dei casi, sono destinate a non durare ma in grado di lasciare un’impronta indelebile nel cuore.

Un’età in cui tutto cambia e dove le decisioni si fanno serie, generazioni di passaggio che assaporano la profondità di anni che peseranno e mancheranno per il resto della vita.

Una storia lunga sei mesi e poi dieci anni, un’estate indimenticabile, amori profondi, rivalità e scontri, episodi drammatici e la consapevolezza di un passaggio obbligato per dire addio alla LoveGeneration, quella generazione che Bob Sinclair ci ha descritto,  la generazione dell’amore.

 

“Why must our children play in the streets

Broken hearts and faded dreams

Peace and love to everyone that you meet

Don’t you know, it could be so sweet

Just look to the rainbow, you will see

Sun will shine ‘til eternity

I’ve got so much love in my heart

No one can tear it apart”

 

Siamo nel 2006, Arianna è una ragazza di 18 anni che vive a Carpi e frequenta l’ultimo anno di liceo, è fidanzata da tempo con Lapo e sta per compiere due passaggi difficoltosi ma fondamentali: prendere la patente ed essere promossa alla maturità.

Cresciuta in una famiglia benestante, accanto alla sorella Petra, Arianna vive la quotidianità con le amiche di sempre, circondata da ragazzi che poco si preoccupano dei sentimenti spinti unicamente dal desiderio.

Fossilizzata in una storia monotona e che si nutre di astio con la mamma del fidanzatino, Arianna rimane affascinata e vittima del colpo di fulmine quando conosce Tommy, ragazzo popolare e anch’esso famoso per le numerose conquiste passeggere.

“Love Generation” è la narrazione di questa rincorsa all’amore, un amore insicuro che sarà tutto il contrario delle aspettative, legato alle vicende di un gruppo di ragazzi vicini al traguardo finale della maturità che sapranno unire allo studio e alle preoccupazioni, vicende tipiche del’età tardo adolescenziale e a questi amori che cambiano forma ma che si intrecciano indissolubilmente ai ricordi del futuro.

 

Love Generation è un romanzo piacevole e semplice, adatto soprattutto a lettori che, come i ragazzi protagonisti, si stiano per affacciare sul mondo adulto e vogliano assaporare la storia di ragazzi che tanto, soprattutto nel finale, hanno da dire su quest’età ribelle ma incredibilmente importante.

La scrittura di Nicole è semplice e, a tratti, risulta un pochino acerba, forse per raggiungere meglio la generazione di cui parla e a cui vuole parlare.

Si sveste quindi di rigore narrativo e stile arcaico per indossare freschezza e termini tipicamente giovanili, uniti a descrizioni non approfondite e ad una mancanza di introspettività che alleggerisce la lettura.

I ragazzi protagonisti sono ragazzi benestanti e irriverenti, a tratti antipatici per superficialità e arroganza, la stessa protagonista, soprattutto nelle descrizioni riguardanti meriti che le spettano ben poco, sfoggia altezzosità eccessiva e per questo non entra nel cuore del lettore.

Bellissimi i rimandi al 2006, anno in cui è ambientata la storia, dove ho ritrovato film, canzoni e tanto altro di un’estate che è stata anche parte della mia adolescenza.

Ho apprezzato davvero tanto la parte finale, dove il cambio e il salto generazionale si sente e si percepisce nella trama ma anche nella narrazione e dove, attraverso i fatti, la storia prende spessore e accoglie grande maturità carica di malinconia ma soprattutto di senso critico e saggezza.


Nicole Losi nasce a Carpi in provincia di Modena nel 1987. Sin da quando era piccola amava imprimere su carta ogni cosa le passasse per la testa. Con il passare degli anni questo interesse per la scrittura si è sempre più intensificato, andando a sfociare in una vera e propria passione. È a diciotto anni, infatti, che crea i primi bozzetti di quello che sarà dieci anni più tardi il suo primo romanzo d’esordio: Love Generation. Nella vita di tutti i giorni è titolare di un negozio di elettronica aperto nel 2014, di cui va fiera. Attualmente vive a Carpi con il compagno e la figlia di sette anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *