Recensione Una piccola lavanderia a Yeonnam di Kim Jiyun

Una piccola lavanderia a Yeonnam

– Kim Jiyun –

Formato: Copertina flessibile

Pagine: 298

Editore: Nord

Giudizio sintetico

Yeonnam-dong è un quartiere di Seul in perpetua trasformazione e sempre alla rincorsa dell’ultima moda. Eppure, tra locali modernissimi e temporary shop, c’è una piccola lavanderia automatica che, per alcuni abitanti della zona, rappresenta un porto sicuro in un mare di cambiamenti. Perché qui trovano luci calde, scaffali pieni di libri e profumo di caffè che si mischia a quello del bucato appena lavato. E poi, un giorno, anche un taccuino verde dimenticato chissà da chi, un taccuino che in breve tempo diventa una sorta di diario del quartiere. Da un anziano signore che non sa come ricucire il rapporto col figlio a una madre minacciata di sfratto, da una sceneggiatrice in cerca di fortuna a una ragazza incastrata nel rapporto sbagliato, tutti vedono in quel diario un’occasione per confidare gioie e dolori, delusioni e speranze. Ma non solo. A poco a poco, il taccuino diventa un mezzo con cui dare consigli, offrire conforto e aiuto, aprire il cuore a quegli sconosciuti le cui vite si sfiorano da anni ma che solo ora finalmente iniziano a intrecciarsi. Così, quando da quelle pagine emerge una vicenda più complessa e oscura delle altre, tutti daranno il loro contributo per rimettere insieme i pezzi della storia e riportare l’armonia in quel magnifico mosaico di esistenze imperfette…

Libri come “Una piccola lavanderia a Yeonnam” sono carezze autentiche, storie che, attraverso i problemi del quotidiano e la gentilezza del prossimo, infondono speranza donando parentesi commoventi di pura semplicità.

Cinque storie diverse ruotano attorno alla lavanderia di Yeonnam luogo ordinario in cui le vite si incrociano e, qualche volta, si curano vicendevolmente cambiandone il corso. In queste pagine troviamo un luogo magico in cui le persone si rifugiano e sono di passaggio, dove riescono però ad essere totalmente sincere aprendo il cuore e i pensieri a un taccuino verde abbandonato sul bancone, chiedendo inconsapevolmente aiuto ad estranei.

Il libro di Kim Jiyun è uno di quei libri che, senza pretesa alcuna, infondono pura positività nel cuore di chi legge e fanno parte di quel filone di racconti che, attraverso la lettura e il quotidiano, riescono a motivare e trasmettere emozioni di pura dolcezza. Sebbene i problemi che i personaggi si trovano ad affrontare siano uniti da emozioni spiacevoli quali la solitudine, l’insicurezza economica, la stanchezza, la frustrazione e l’arrendevolezza, tra queste pagine avviene il cambiamento grazie a piccoli gesti che partono dalla silenziosa confidenza a un taccuino.

Apprezzo libri come “La piccola lavanderia di Yeonnam” perché nella loro semplicità riescono a trasmettere emozioni positive, commoventi e autentiche trasformando la nebulosa quotidianità in favola di semplice e autentica cortesia forse anche invitando i lettori a fare tesoro di queste storie per praticare la gentilezza nella propria vita, pratica che diventa benefica per tutti, per il prossimo e per noi!

Kim Jiyun è un’autrice sudcoreana. Una piccola lavanderia a Yeonnam è il suo romanzo d’esordio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *